Universal Orlando ma che figata (si può dire?)

Venivamo da una settimana tra Miami e Key West e gli Universal ci hanno catapultati in un altro mondo. Non riuscirò mai a raccontarvi cosa sono gli Universal Orlando, dovete viverlo. Andateci andateci andateci.

IMG_4314.jpg

Venivo da un periodo non bello della mia vita, ho sofferto di attacchi di panico. La mia rinascita è partita proprio da questo viaggio. Dopo anni di buio, il riuscire a distaccarsi dalla realtà a cui ti portano parchi come Disneyland e gli Universal, sono stati la prima medicina per capire ciò che era importante nella mia vita: mio marito e i miei figli. Il non pensare, mi ha fatto rivalutare le piccole cose importanti.

Ma basta pensare e veniamo alla figata assurda che è questo posto.

Quanto stare e dove?

Noi ci abbiamo passato 2 notti di cui 2 giorni pieni e un mezzo il primo giorno di arrivo. Sono stati giusti, ma potendo scegliere e per fare le cose con calma aggiungetene almeno uno. Noi come al solito siamo sempre di corsa, ma abbiamo fatto tutto quello che volevamo nei giorni prestabiliti. Arriviamo per l’ora di pranzo da Miami (sono circa 4 ore di macchina), e alloggiamo all’Hard Rock Hotel. Lasciate la macchina al posteggiatore (sì, costa un pacco) ed entrate nell’universo del Rock. Come nei cafè sparsi per il mondo anche qui ci sono sparsi per l’hotel i vari cimeli di film e cantanti.

IMG_4607.jpg

IMG_4407.jpg

L’Hard rock cafè è, dei tre hotel on-site, il più vicino ai parchi. E’ sicuramente costoso, ma ti dà molti benefit che non avresti in hotel fuori dalla proprietà Universal. Oltre alla possibilità di entrare prima ai parchi rispetto alle persone che vengono da fuori, si ha incluso l’Universal Express Unlimited che ti permette di superare le file (ad eccezione di Harry Potter purtroppo) per un tempo illimitato (cioè puoi fare quel gioco anche 40 volte e superare sempre la fila). Quando hai poco tempo a disposizione, e vista la fiumana di gente che ogni giorno entra ai parchi, il consiglio è quello di spendere qualche dollaro in più, ma avere comodità e pass per passare davanti agli altri.

L’hotel è stupendo, enorme, e fa una colazione da urlo (non compresa nel pacchetto). Rimpiango ancora il mio “The Elvis French Toast” che mi ha fatto amare il burro d’arachidi.

IMG_2882.jpg

I parchi

Gli Universal a Orlando sono talmente grandi che sono divisi in due parchi: Universal e Island of Adventure. Si prenota tutto sul sito on-line e si paga tutto in anticipo con la carta, molto semplice. Non sono assolutamente compresi i pasti, non ne fanno nemmeno menzione. E’ un problema che abbiamo riscontrato in tutti i nostri viaggi in America: la colazione non è mai compresa con la notte. Ma l’America pullula di Starbucks e anche lì non mancano.

Entrambi i parchi sono stupendi e pieni di richiami a film e cartoni, non è possibile sceglierne solo uno, quindi se potete andateci in entrambi e dedicateci almeno un giorno ad ognuno.

Preparatevi al cibo perchè dentro a questi due parchi si mangia davvero da schifo. Anche i fast food sono pessimi, non sembrano nemmeno panini americani, inoltre il costo è molto elevato. In tre giorni siamo andati avanti di frutta e panini che ci facevamo la mattina al buffet della colazione (sì, è una cosa che odio, ma con i bambini all’estero a volte a mali estremi…).

IMG_4330.jpg

IMG_4571.jpg

Lo squallido menù bambini (e no, quelle arancioni non sono carote)

Le attrazioni

Non vi aspettate Gardaland. Ma neanche Disneyland Paris. Qui le attrazioni sono ad un altro livello. Ad eccezione delle classiche montagne russe che per quanto siano, sono stra ben fatte, e delle giostrine per i più piccoli, la vera sorpresa sta nelle attrazioni al buio, che grazie ad un maestrale uso della tecnologia, vi catapulteranno dentro al film. Ed ecco che salterete da un palazzo all’altro come Spiderman, sparerete insieme a Bumblebee in Transformer, volerete su una scopa attraverso una foresta di ragni inseguiti da Mangiamorte in The Fourbidden Jouney dentro al castello di Hogwards, o verrete catapultati giù da una mortale montagna russa (tranquilli è tutto 4D, voi in realtà ve ne starete “comodi” sulla poltrona) da Telespalla Bob nel fantomatico parco di Krustyland. Le file di ore ne valgono assolutamente la pena, ma il consiglio è quello si spendere un po’ di più per acquistare il pass per saltare le file. Se volete spoiler sui giochi cercateli su youtube, anche se vietato c’è sempre qualcuno che si porta la GoPro e carica il filmato online; io li avevo guardati per capire se il gioco era fattibile o no da un bambino di 6 anni soprattutto a livello di paura.

62103_061716_000359704 - Copia.JPG

Io e il mio grande coraggio nell’affrontare i mangiamorte in “the forbidden journey”

L’arrivo

Arrivati all’ora di pranzo, facciamo un check-in velocissimo, lanciamo i bagagli in camera e ci catapultiamo nel parco. Ovviamente da Harry Potter. Sapevamo che le file dei giochi nel pomeriggio sarebbero state immense così abbiamo dedicato le nostre prime ore a guardarci in giro estasiati e al mio tanto amato shopping.

IMG_2854.jpg

IMG_2732.jpg

Una cosa che ci piace tantissimo e di cui i miei figli vanno matti sono i personaggi che girano nei parchi per le foto e gli autografi. Sì, letto così può sembrare una cosa stupida, ma quando sarete dentro agli Universal (o Disney che sia) e vi ritroverete davanti Doc di Ritorno al futuro (e sembra davvero lui anche per come parla e si muove) o ad un Minions, non esiterete a corrergli incontro per fare la foto e fargli due battute. Credetemi, potrete essere le persone più serie al mondo ma lo farete comunque. E’ colpa dell’atmosfera che si respira qua dentro, e del fatto che perderete la concezione di realtà! E così via alla ricerca dei personaggi in ogni angolo!

IMG_2773.jpg

IMG_4323.jpg

Fermata obbligata da Ollivanders ad acquistare le bacchette magiche (alla “economica” cifra di 60$, manco mi facessero apparire Harry in persona) e scopriamo che le bacchette sono interattive e che in determinati punti del parco segnalati a terra, pronunciando la giusta formula magica e puntando verso una vetrina, gli oggetti si muovono. Con la bacchetta si riceve anche una mappa dove sono segnalati i punti per fare magie. E che ve lo dico a fare? Li abbiamo fatti tutti.

IMG_4376

IMG_4366.JPG

Hai detto bacchette?

A fine giornata prendiamo l’Hogwards Express che ci porta dal parco Universal al parco Island of adventure. Dentro ci si siede nei vagoni proprio come Harry e Ron e dalla finestra si vede ripercorrere qualche scena del film: auto che vola e mangiamorte compresi.

IMG_4389.jpg

Torniamo in hotel e i bambini ancora euforici a mille ci chiedono di andare in piscina. Così ci ritroviamo a ceniamo al bar della piscina tra un tuffo ed un altro mentre guardiamo il film proiettato a bordo vasca ! Che vita!!

IMG_2752.jpg

Secondo giorno

Per oggi avevo riservato una sorpresa ai bambini, prenotando in anticipo un brunch con i personaggi. Consiste in un enorme buffet dove noi adulti ci siamo letteralmente strafogati di bacon, uova strapazzate, pancake e french toast, mentre i bambini aspettavano i personaggi che passeggiano tra i tavoli per fare foto e autografi. Bambini impazziti, e anche noi alla vista del buffet!

61390_061616_000881498.jpg

IMG_2790.jpg

Usciti, ci dedichiamo a girare per il parco Universal e a fare finalmente i giochi che più ci ispiravano! Dopo a quella di Harry Potter, la zona più bella è quella dei Simpson. Davvero ricreata alla perfezione: dentro al bar di Boe c’è anche il telefono rosso dove, nel cartone, riceve sempre gli scherzi di Bart.

IMG_4550.jpg

IMG_4356.jpg

Facciamo il gioco di E.T., che, anche se un po’ datato rimane carina l’idea di salire sulle biciclette e pedalare mentre al buio ripercorri la storia del film.

61003_061616_000356041.jpg

Anche la zona dei più piccoli è molto simpatica con le attrazioni dei Minions, Curioso come George e Spongebob!

IMG_4346.jpg

Per cena scegliamo il Krusty Burger, carina la tematizzazione ma tremendi e costosi gli hamburger. Arriviamo distrutti in hotel.

Terzo giorno

La mattina parte presto, dobbiamo catapultarci a fare il gioco di Harry Potter prima che cominci la fila. Arriviamo quando ci sono solo 30 minuti di fila, che in confronto alle 3 ore del giorno prima vanno benissimo! Sia la fila che il gioco sono estremamente tematizzati alla perfezione, in una stanza c’è anche il cappello che parla, e il salone delle candele del film. E’ rimasto impressionato anche Lori che non è per niente appassionato del maghetto. Inutile dire che io e Tommy invece eravamo al settimo cielo.

IMG_4397.jpg

Oggi lo dedichiamo al secondo parco: Island Of Adventure. E’ il regno degli Avengers che se anche di proprietà Disney riescono con vecchi accordi a mantenere il predominio di questo parco. Mentre passeggiamo per le vie dedicate alla Marvel e facciamo il gioco di Spider-man e dei Transformer (che sono spettacolari) sentiamo suonare una sirena. Da un lato vediamo correre Goblin inseguito da Spiderman, dall’altro Joker inizia a fare dispetti alle persone e appaiono altri supereroi. Bambini impazziti. Con calma i personaggi prendono posto ai lati della strada dove possono iniziare le foto.

IMG_4682.jpg

61733_061716_000178837.jpg

Le altre zone del parco sono dedicate a Jurassic Park e al Dr.Seuss il creatore del “Gatto con il cappello matto“, questa è la zona dei più piccoli ma è carinissima e il gioco del gatto è dolcissimo per i più piccoli! Caterina (3 anni) me lo ha fatto fare 10 volte di seguito.

IMG_4648.jpg

IMG_4647.jpg

IMG_4399.jpg

Bambini piccoli

Non fatevi problemi se avete bambini sotto il metro con voi. Oltre alle aree dedicate, in ogni attrazione è possibile richiedere il “Child Switch” cioè il cambio bambino, o meglio, il cambio genitore: si fa la fila tutti insieme, un genitore entra nel gioco mentre l’altro tiene il bambino in una zona dedicata (solitamente fanno vedere i cartoni) e quando il gioco si conclude si cambia il genitore, che può fare il gioco senza dover rifare la fila. E’ vero che se siete in due vi mancherà il fatto di non salire insieme sui giochi, ma se siete ad Orlando, e chissà quando ci ritornerete, non precludetevi il divertimento, utilizzate questa possibilità.

IMG_4415.jpg